Rifiuti Naro. Lisinicchia scrive alla ditta: «il servizio espletato non è adeguato agli obblighi contrattuali sottoscritti».

Naro. L’assessore Franco Lisinicchia, nella giornata odierna, ha deciso di passare di nuovo all’attacco, per far valere le ragioni dell’ente comunale narese, sulla questione rifiuti.

In pratica, dopo la lettera dei giorni scorsi firmata dall’ingegnere Franco Puma, questa mattina, è arrivato il momento dell’assessore d’ambito che, con una nota protocollata questa mattina e indirizzata alla ditta a cui è stato affidato il servizio dei rifiuti, ha fatto presente molti diritti che spettano al comune di Naro, dopo la stipula del nuovo contratto.

Un contratto che, in base a quanto affermato dall’assessore Lisinicchia, alla data odierna, non è stato ancora rispettato. In particolar modo, Lisinicchia, nella sua nota, si è soffermato sui ritardi subiti nell’avvio della raccolta differenziata che secondo le stime doveva partire già da tempo; sul centro comunale di raccolta che, al momento, non viene utilizzato per le finalità stabilite. L’assessore, infine, ha invitato nuovamente la ditta a velocizzare le procedure per l’avvio immediato della raccolta differenziata, “minacciando” anche provvedimenti sanzionatori se il contratto non verrà rispettato.

Lisinicchia: «Il servizio espletato non è adeguato agli obblighi contrattuali sottoscritti»

 

«In relazione all’inizio del servizio appaltato da parte di codesta ditta e in considerazione che a decorrere dal 1 giugno di quest’anno, si è provveduto alla consegna del servizio di gestione dei rifiuti, con grandi aspettative da parte della cittadinanza, mi rincresce lamentare che il servizio in questione da voi espletato, ad oggi, non è per niente adeguato agli obblighi contrattuali da voi sottoscritti.

Alla data odierna, il servizio doveva essere già a regime dando il via alla raccolta differenziata con tutti i vantaggi da essa derivanti e dopo 60 giorni dovevano essere sostituiti tutti i cassonetti esistenti all’interno del centro abitato.

Dovevano essere già distribuiti i contenitori per le utenze domestiche, commerciali ecc. e dovevano essere già installate le postazioni mobili di raccolta all’interno del centro urbano e i cassoni nelle periferie non servite. Si precisa inoltre che il centro comunale di raccolta affidatovi, ad oggi viene utilizzato da codesta società esclusivamente per parcheggio mezzi e non viene utilizzato per le finalità per cui è stato destinato (deposito di scarrabili per la raccolta differenziata).

Si invita pertanto la ditta: a dare immediata esecuzione a tutte le attività previste nel capitolato speciale di appalto e nell’offerta tecnica migliorativa che fa parte integrante e sostanziale del contratto, ad utilizzare il ccr per la destinazione d’uso per cui è stato progettato e non usarlo come parcheggio di mezzi o per altre finalità non previste, a dare immediata esecuzione a tutti gli obblighi contrattuali migliorativi da voi sottoscritti.

Nell’attesa di un riscontro, si spera in un immediato concreto inizio del servizio di raccolta differenziata, per evitare incresciosi provvedimenti sanzionatori che potranno scaturire».

 

Differenziata Naro: «Basta ritardi … si parte o si prenderanno provvedimenti»

Author: AltraNotizia

Invia le tue segnalazioni, pubblicizza i tuoi eventi su altranotizia.it contattandoci all'indirizzo mail altranotiziacontatti@gmail.com

Share This Post On