Naro. Lisinicchia: ecco come cambierà gradualmente la raccolta dei rifiuti.

Naro. Si appresta a concludere con un lieto fine e con un accordo finalmente ufficiale la storia tra la Ciclat di Ravenna (vincitrice della gara per il servizio integrato di gestione dei rifiuti e di igiene urbana) ed il comune di Naro. Ci eravamo lasciati il 25 gennaio di quest’anno con l’ufficialità dell’accordo tra l’ente comunale amministrato dal sindaco Cremona e la ditta ravennate ma, da quel giorno, tanto silenzio e problemi evidenti – come ci riferisce adesso l’assessore d’ambito Franco Lisinicchia – «legati a questioni burocratiche sull’assunzione del personale».

Adesso, dopo l’ultima riunione di mercoledì tra i rappresentati della Ciclat e quelli del Comune, è arrivata finalmente la fumata bianca e sono state stimate già le prime date per la messa in pratica dell’atteso contratto.

«La consegna – continua Lisinicchia – avverrà in una data vicina al 21 maggio e, da lì in poi, si potrà iniziare a mettere in atto un nuovo modo di pensare il servizio dei rifiuti. C’erano stati problemi, come detto, di natura burocratica che hanno portato dei ritardi ma, finalmente, sono stati risolti per il meglio. Da giugno puntiamo a mettere in pratica il nuovo modo di fare raccolta: inizieremo gradualmente con la differenziata: il ccr comunale sarà la base principale per il conferimento, mentre una piccola stazione di raccolta sarà installata in piazza Crispi per agevolare chi ha meno possibilità di spostarsi. In seguito e gradualmente, si aggiungerà il metodo di raccolta porta a porta e cercheremo subito con la Ciclat e le nostre associazioni locali di iniziare una campagna informativa sul giusto modo di differenziare».

Nuovi metodi di raccolta dunque e un servizio, dalle previsioni, anche informatizzato, con una scheda elettronica per ogni utente che potrà avere piccoli incentivi in base alla percentuale personale di conferimento di rifiuti differenziati (registrati in maniera digitale).

Novità anche per il deposito dei mezzi della nuova ditta nelle vicinanze di contrada Castellaccio (ciò significherà lo sgombero del campo sportivo).

«Sono soddisfatto – conclude Lisinicchia – del lavoro silenzioso mio, del sindaco e dei funzionari comunali che ha portato a concludere tutto per il meglio».

Author: AltraNotizia

Invia le tue segnalazioni, pubblicizza i tuoi eventi su altranotizia.it contattandoci all'indirizzo mail altranotiziacontatti@gmail.com

Share This Post On