Naro. Emergenza rifiuti: da domani riprende la raccolta. Sindaco e assessore scrivono ai rappresentati della discarica di Gela

Naro. Riprenderà finalmente domani la raccolta dei rifiuti presenti all’interno del territorio comunale che verranno conferiti presso la discarica di Gela.

L’obiettivo, dunque, a partire da domani, sarà quello di rientrare al più presto dall’emergenza igienico – sanitaria in cui si trova il comune di Naro. Dati alla mano, considerato il numero di tonnellate da poter conferire in discarica, il rientro dell’emergenza era previsto in 12 giorni, troppi secondo il sindaco narese e l’assessore d’ambito Franco Lisinicchia che, nella giornata di ieri, hanno inviato una nota ai responsabili della stessa discarica chiedendo ufficialmente un aumento della quantità di rifiuti da poter conferire in questi giorni.

«12 giorni per rientrare dall’emergenza sono troppi. Richiesto l’aumento del numero di rifiuti da conferire in discarica»

«Abbiamo fatto presente lo stato di allerta per questioni igienico sanitarie – ci dice l’assessore Lisinicchia – abbiamo dunque chiesto di poter conferire il doppio dei rifiuti in maniera tale da dimezzare il tempo e ripulire la nostra cittadina al più presto. Secondo le stime, considerando che partiranno 2 camion e non uno come previsto, si stima di poter rientrare da questa terribile emergenza in 6 giorni circa».

«Si rappresenta – leggiamo nella nota firmata dal sindaco Cremona – che nel Comune di Nato non vengono svuotati i cassonetti dei rifiuti indifferenziati da oltre dieci giorni. Accanto ai cassonetti stracolmi, sono stati inoltre accumulati rifiuti in quantitativi notevoli e in vaste aree dell’abitato, con probabili imminenti conseguenze negative sul piano dell’ambiente e della pubblica salute. L’emergenza igienico sanitaria è aggravata dal gran caldo afoso e la situazione sta vanificando gli effettuati interventi di disinfezione, disinfestazione e derattizzazione degli scorsi mesi di giugno e luglio. Tutto ciò premesso e considerato, si chiede, in via del tutto eccezionale e per la durata del tempo strettamente necessario a superare i rischi e i pericoli emergenziali de quibus, di poter conferire nella discarica di codesta ditta quantitativi di rifiuti indifferenziati cospicuamente superiori a quelli assentiti».

Author: AltraNotizia

Invia le tue segnalazioni, pubblicizza i tuoi eventi su altranotizia.it contattandoci all'indirizzo mail altranotiziacontatti@gmail.com

Share This Post On