Le opere di Giuseppe Rizzo in Francia e in Umbria per due importanti mostre

Ravanusa – Non in una, bensì in due mostre saranno presenti, nei prossimi giorni, le opere dell’artista Giuseppe Rizzo. Presso il comune di Marignane (già gemellato con Ravanusa e presso il quale si trova già esposta un’opera dell’autore dal titolo “La Rietina” che il comune agrigentino ha donato in occasione del gemellaggio), la mostra di pittura inizierà il 25 giugno e saranno esposte 28 di Rizzo.

Nel frattempo altre due opere dell’autore si troveranno esposte alla “Biennart”, Biennale Internazionale dell’Umbria, che si svolge ad Umbertide, curata dal critico d’arte Nadia Celi che aprirà i battenti il 24 giugno. L’autore, considerando la coincidenza delle date sarà presente nella mostra francese.

«Domani mattina – ha raccontato Giuseppe Rizzo – comincia il viaggio per la mia prima mostra francese. 28 delle mie opere sono già in quel di Marignane ad aspettarmi, una mostra alla quale abbiamo lavorato per tanto tempo assieme a Sauveur Fodera e Gilla Fonnesu. Da domenica 25 giugno le mie opere saranno esposte al pubblico, invito tutti i miei amici che ne hanno possibilità a venirle a vedere. Ringrazio tutti gli organizzatori e quanti si sono messi a disposizione, compreso il comune di Marignane e tutti quanti ci hanno lavorato per rendere possibile questa mia prima mostra lontano dall’Italia.

Il curriculum artistico di Giuseppe Rizzo

Giuseppe Rizzo, pittore, poeta, scenografo, è nato il 27 dicembre 1964 a Ravanusa (AG), ove ad oggi risiede, inizia a disegnare fin dalla più tenera età distinguendosi nel disegno già fin dai primi anni delle scuole elementari. Nel 1986 inizia la propria collaborazione artistica con l’Associazione Teatrale “PICCOLO TEATRO CITTA’ DI RAVANUSA”, occupandosi delle scenografie. Inizia a dipingere su tela nel 1994 e continua fino al 1996 limitandosi a copiare opere di altri (in particolare di Caravaggio del quale lo colpiscono in particolar modo i giochi delle luci e delle ombre). Dal 2010 collabora ininterrottamente con l’associazione “HELIOS – Artisti Associati” – “Quelli della Parnasso” occupandosi delle scenografie. Dopo un lungo periodo di inattività pittorica al pubblico (durante il quale si dedica sia al teatro che alla fotografia) riprende la propria attività a tempo pieno nel campo della pittura nel 2013, partecipando al concorso nazionale della città di Breno “Maggio Brenese 2013” “Premio d’Arte CITTA’ DI BRENO” con le sue opere “Gatto” e “Vulcano” (entrambi tecnica mista su tela, 100×70) nel quale ottiene ottimi risultati in termini di critica. Il 28 dicembre 2014 la sua opera “IL VOLO (Le ali della libertà)” viene consegnata a Piero Barone de IL VOLO durante la sua nomina a Ambasciatore di Naro nel Mondo svoltasi a Naro. Il 6 gennaio 2015 la sua opera “Consu…Mater” (tecnica mista) è terza classificata a Enna nel concorso “Il Natale” organizzato dall’Associazione Amici del Presepe di Enna. Nel 2015 la sua opera “Estasi” (olio su tela, 100×70) è stata selezionata ad Acitrezza per l’8° edizione del Premio di Pittura “Anna Pandolfini” svoltasi dal 13 al 19 aprile e pubblicata sul catalogo dell’Associazione Culturale “Art’é”-Acitrezza. Il 23 maggio 2015 partecipa all’estemporanea di pittura all’interno della manifestazione organizzata da IL VOLO fans club di Naro e dal Comune di Naro per l’Eurovision Song Contest 2015 e si classifica primo. Nel 2015 la sua opera “Estasi” è stata selezionata a Catania ed esposta nell’ambito della manifestazione “Artisticamente” svoltasi dal 30 maggio all’8 giugno 2015. Sei delle sue opere sono state esposte a Milano all’EXPO 2015 all’interno del padigilione del “Gal Sicilia Centro Meridionale”, di cui fanno parte i comuni di Camastra, Campobello di Licata, Canicattì, Castrofilippo, Grotte, Licata, Naro, Palma di Montechiaro, Racalmuto e Ravanusa. L’opera di Giuseppe Rizzo “Luna china” (acrilico su tela, 50×70) è stata selezionata per essere esposta nell’ambito della rassegna a tema “Acqua” che si è svolta al Museo del Castello di Mola (Castelmola – Taormina) dal 5 settembre fino al 13 settembre 2015. La sua opera pittorica “La mietitura” (fusaggine su tela, 100×70) è stata selezionata per essere inserita sul calendario 2016 dell’Accademia dei Bronzi di Catanzaro, presentato ufficialmente l’8 dicembre 2015 presso la casa della cultura di Tiriolo (CZ). La sua opera pittorica “Sicily” (gessi colorati su tela 100×70), esposta dal 4 al 13 dicembre 2015 allo Sheraton Hotel di Aci Castello (CT) nell’ambito della manifestazione Charm Of Art, ha ricevuto tre nomination (migliori colori, migliore arte alternativa e migliore composizione) ed è stata premiata per i migliori “colori”. La sua opera “Estasy”, selezionata, ha partecipato a OnLine Art nel mese di febbraio 2016 ottenendo il premio di quadro più votato dal popolo del web e quello di opera pittorica selezionata dalla giuria. La sua opera “Venere” (tecnica mista su legno, 50×70) è stata tra le opere selezionate ed esposta alla manifestazione “Eros” svoltasi a Catania dall’11 al 13 marzo 2016. Le sue opere “Sicily” e Pescatori” (entrambi gessi policromici su tela, 100×70) sono state inserite nel “2° Repertorio di Arte e Poesia” dell’Accademia dei Bronzi di Catanzaro, edizione 2016 (Ursini Edizioni). La sua opera pittorica “Tramonto sull’acqua” e la sua opera fotografica “Modern motherhood” sono state selezionate ad Acitrezza per la 9° edizione del Premio di Pittura “Anna Pandolfini” svoltasi dal dal 9 al 15 maggio 2016 e pubblicate sul catalogo dell’Associazione Culturale “Art’é”-Acitrezza. La sua opera pittorica “Tramonto sull’acqua” è stata esposta a Catania dal 25 al 27 maggio nella sede dell’Università degli Studi di Catania nell’ambito della manifestazione “Arte: Dialogo tra i popoli” a cura dell’Associazione Culturale “Art’é”-Acitrezza. Le sue opere pittoriche “La perdita dell’innocenza” e “Manu ca si cercanu” (entrambi acrilico su tela, 100×70) vengono scelte per l’esposizione permanente al museo civico “Luigi D’Avanzo” di Roccarainola (provincia di Napoli) e presentate al pubblico il 28 e 29 maggio nell’ambito della manifestazione “Finestre sui pensieri”. Il 25 giugno 2016 la sua opera “La rietina” (acrilico su tela 100×70) è stata consegnata dal comune di Ravanusa al comune di Marignane (Francia) nell’ambito del gemellaggio tra i comuni di Ravanusa-Marignane. La sua opera pittorica “Femicide” (acrilico su tela, 100×70) è stata selezionata ed esposta a Calatabiano (CT) nell’ambito della manifestazione RED, svoltasi il 26 giugno 2016, organizzata dall’associazione Charm of Art, classificandosi quarto ex aequo ed ottenendo la mensione per il “RED Social”. La sua opera fotografica “Modern motherhood” è stata selezionata ed esposta nell’ambito della manifestazione “l’Arte sull’Etna” organizzata dall’associazione ” Charm Of Art” svoltasi il 24 luglio 2016 a Nicolosi (CT). La sua opera pittorica “Tramonto sull’acqua” è stata esposta a durante la manifestazione “SumMerArt”, organizzata dall’associazione Charm of Art, svoltasi a Torre Archirafi (Riposto) “Palazzo Vigo” dal 31 Luglio al 6 Agosto 2016 ottenendo la certificazione “Alternative”. La sua opera pittorica “L’amore rubato” (acrilico su tela, 100×70) è stata premiata come terza classificata alla manifestazione artistica nazionale “UNA FINESTRA SULL’ARTE” tenutasi a Celenza Valfortore (Foggia), organizzata dall’Associazione Culturale A.P.S. “Archeoclub Celenza Valfortore”, durante la manifestazione di premiazione svoltasi l’8 agosto 2016 e la seconda delle sue opere in concorso dal titolo “Chiaroscuro n.1” (acrilico su legno, 50×70) è stata dallo stesso donata all’associazione organizzatrice affinchè rimanga in esposizione permanente, unitamente all’opera premiata, nella pinacoteca comunale tenuta a cura dell’associazione stessa. La sua poesia “A mio padre” è stata inserita nell’antologia “Nel nome di Alda”, premio Alda Merini 2016, V Edizione, svoltasi il 27 agosto 2016 presso il Guglielmo Hotel di Catanzaro e curata dall’Accademia dei Bronzi di Catanzaro, ottenendo, oltre alla pubblicazione, targa e attestato. La sua opera pittorica “La semina” (Acrilico su tela, 50×70) è stata selezionata per essere inserita sul calendario 2017 dell’Accademia dei Bronzi di Catanzaro, presentato ufficialmente il 16 dicembre 2016 presso la casa della cultura di Tiriolo (CZ). Il 24 gennaio 2017 la sua poesia “Non è più tempo” vince il premio Giovanni Pascoli alla quinta edizione del concorso “DICIAMOLO CON… LA POESIA” organizzato a Roccarainola (Napoli) dall’Associazione “I MATT… ATTORI”. Il 14 febbraio 2017 ottiene due attestati di merito per l’opera pittorica “Il ritorno” e la poesia “Mentre aspetto” inserite nell’antologia “Parole d’Amore” presentata presso l’Hotel Guglielmo di Catanzaro a cura dell’Accademia dei Bronzi di Catanzaro, dell’ANVoS (Associazione Nazionale di Volontariato Sociale) e delle Edizioni Ursini. Le sue opere pittoriche “Sicily” e “La raccolta” sono state esposte dal 14 febbraio al 4 marzo 2017 a Castel Dell’Ovo a Napoli nell’ambito della mostra dal titolo “La forza dell’immagine contemporanea”, curata dalla dottoressa Nadia Celi, critico d’arte, e dalla dottoressa Annella Prisco, docente, operatrice culturale ed esperta nel settore della comunicazione, organizzata in collaborazione con l’Assessorato alla cultura. Alla manifestazione “OnLineArt 2017”, conclusasi l’8 aprile 2017, la sua opera fotografica “L’uomo del fuoco” è stata premiata per la categoria “OnLineArt Special Impact” (sezione Photography)”, nella sezione “NudeArt 2017 (Painting)” si e assegnato il titolo “NudeArt Special Alternative” con la sua opera pittorica “Venere” e il titolo di “NudeArt Special Essential” con la sua opera pittorica “Ambiguità” e il titolo “OnLineArt Special Man” con la sua opera pittorica “La Raccolta”. L’opera pittorica di Giuseppe Rizzo dal titolo “Shasa la muta” è stata inserita come copertina dell’omonima opera di Calogero Valerio Ciotta e ne ha curato le scenografie, lo spettacolo è stato rappresentato il 5 Maggio 2017, sul prestigioso palcoscenico del Teatro dell’Opera del Casinò Municipale di Sanremo, l’I.I.S. “Giudici Saetta e Livatino” da un gruppo di alunni all’ “Eurotheatre “ GEF 2017 – Rassegna Internazionale del Teatro di Scuola. Attualmente Giuseppe Rizzo vive e lavora a Ravanusa dove nel corso degli anni ha partecipato a diverse mostre collettive e personali.

Author: AltraNotizia

Invia le tue segnalazioni, pubblicizza i tuoi eventi su altranotizia.it contattandoci all'indirizzo mail altranotiziacontatti@gmail.com

Share This Post On